“Abilitando” mostra le tecnologie al servizio della disabilità

Abilitando.2015

“Abilitando” diventa realtà questa settimana e inizierà venerdì 25 settembre, all’interno del complesso di Santa Croce a Bosco Marengo (AL). Che per due giorni sarà centro d’importanza internazionale, il luogo giusto dove discutere delle modalità (e delle soluzioni) giuste per superare gli ostacoli della diversità, utilizzando la tecnologia. Nel sito storico della provincia di Alessandria – quel convento domenicano fatto edificare da papa Pio V nel Cinquecento – saranno riunite le grandi aziende innovatrici, come Samsung, Ibm e Microsoft, e alcune delle più promettenti start-up.

Il programma è ricco e sono stati organizzati convegni e incontri, workshop e laboratori, ma c’è anche una parte davvero molto pratica: i programmatori, infatti, faranno provare strumenti e applicazioni per rendere più facile o almeno meno complicata la vita di chi convive con un handicap. Si parla di app, di tablet particolari, di programmi studiati ad hoc, di dispositivi modificati e funzionali. La tecnologia ha cambiato rapidamente la vita quotidiana delle persone con disabilità e, in molti casi, ha aperto loro le porte al mondo del lavoro, dello sport e dello studio.

Al rapporto tra la tecnologia e l’integrazione delle persone con disabilità oltre che alla presentazione delle più recenti applicazioni tecnologiche va dedicata attenzione e professionalità. Gli organizzatori – tra i quali c’è l’informatico Paolo Robutti, che ha avuto l’idea, e il Cissaca, il consorzio dei servizi socio assistenziali dell’Alessandrino – ricordano che attualmente in Europa sono oltre 37 milioni i cittadini che vivono diverse situazioni di disabilità e che il rapido invecchiamento della popolazione fa prevedere un forte aumento di deficit sensoriali o motori nei prossimi decenni. “Sono numeri – dicono – che rendono sempre più necessario lo sviluppo di tecnologie innovative per migliorare le condizioni di vita di chiunque e, in particolare, di chi può trovarsi in condizioni di autonomia ridotta”.

Durante “Abilitando” sarà allestita la mostra sensoriale “Vietato non toccare” a cura dell’università di Siena, per far provare l’esperienza tattile e olfattiva del mondo dei disabili visivi. “Abilitando” sarà anche “Divi per un giorno”: iniziative e spettacoli frutto della programmazione annuale dei centri diurni SoleLuna e Martin Pescatore e del diretto coinvolgimento dei ragazzi disabili (che ne saranno protagonisti, sul palco) e delle loro famiglie unite nell’associazione I colori della speranza. L’evento è ricco di appuntamenti, si trovano tutti su www.abilitando.it.

La manifestazione è a ingresso gratuito.

Info: tel. 0131.22 97 63.

(Fonte: La Stampa, Art. di Valentina Frezzato)

Visualizza il programma dell'evento

 

“Abilitando” mostra le tecnologie al servizio della disabilità ultima modidfica: 2015-09-21T21:46:08+00:00 da Riky