Alto gradimento per la 5° edizione del “Marco Brusati Challenge”

thumb_IMG_2701_1024

La quinta edizione del “Marco Brusati Challenge”, andata in scena sabato 25 giugno 2016, ha fatto registrare un indiscutibile successo. Se la formula concentrata nel pomeriggio ha lasciato qualche rimpianto in alcuni atleti, che avrebbero gradito misurarsi nelle intriganti prove di abilità (solitamente attività collaterali della sfida), d’altra parte ha consentito di avere una maggiore concentrazione di pubblico per le 2 partite messe in programma dagli organizzatori: la classica “sfida” portata dal Dream Team ai Campioni d’Italia e, quest’anno, anche quella lanciata dalle giovani e ambiziose Turtles alla squadra vincitrice del torneo di A2.

Così, alle ore 14.00, presso la palestra di via Matteotti 31 a Bareggio, ecco la prima sfida, tra le Turtles e i Macron Viadana Warriors, squadra vincitrice del Campionato cadetto. Partita “tosta” per le fresche ma ancora piuttosto inesperte tartarughe, contro una squadra, quella di Fabio Merlino, ricca di talenti provenienti un po’ da tutta Italia e che, dopo aver conquistato la promozione in A1, continua a pensare in grande. Il risultato finale di 10-3 se da un lato fotografa il divario netto visto in campo, dall’altro lascia buone impressioni sulla squadra gialloverde milanese, con le mazze Laganà e Anna Rossi già degne della massima serie e il “baby” Villafuentes, senz’altro acerbo tecnicamente ma dal potenziale notevole.

E a seguire, alle ore 16.30, come sempre il “clou” della manifestazione ha visto opposto il Dream Team alla compagine Campione d'Italia; e per il terzo anno consecutivo gli avversari sono stati i fortissimi Coco Loco di Padova. I gialloneri speravano di ripetere prestazione e risultato della scorsa edizione, quando per la prima volta erano riusciti ad aggiudicarsi il “Challenge”. Non è andata così: pur privi del grande Claudio Salvo (non a caso nuovamente vincitore del “Top Player”), i veneti hanno fatto pesare la grande esperienza, la calma e l’organizzazione di gioco, imponendosi per 9-7.

Farcasel, unica mazza presente, ha sostenuto da par suo tutto il peso dell’attacco, supportato da una pattuglia di stick di altissimo livello, primo fra tutti Luca Vittadello. Per il Dream Team, un Ronsval ispirato e meno nervoso del solito, ma anche piccoli errori di squadra che alla lunga hanno pesato sul risultato finale di una partita comunque divertente e combattuta.

Come in tutte le edizioni del “Marco Brusati Challenge”, anche in quest’occasione nel corso della giornata è stato consegnato il premio “

Ronsval segna e dedica il gol a uno spettatore speciale, lassù...

Ronsval segna e dedica il gol a uno spettatore speciale, lassu’…

Top Player”, prestigioso trofeo promosso dalla società ASD Dream Team H.C. e dai familiari di Marco Brusati, con il voto delle squadre del movimento del wheelchair hockey italiano al miglior giocatore della stagione. Vincitore come detto Salvo dei Coco Loco, giunto al terzo successo. Ha ritirato il premio Vittadello, meritatamente secondo in questa come già in altre edizioni del premio.

Nel corso della manifestazione sono stati inoltre consegnati dei premi speciali da parte degli organizzatori: un riconoscimento è andato a Omar Moroni (Turtles) e Giuseppe Fumagalli (Dream Team) per la loro encomiabile e costante presenza agli interventi dimostrativi nelle scuole realizzati dalla UILDM Milano: sempre presenti, sempre disponibili: un autentico esempio da imitare, per gli atleti di entrambe le squadre.

Altro premio significativo è andato a Luca Ive (Turtles), il più giovane praticante di wheelchair hockey aggregato alle due compagini milanesi, che ha avuto modo di scoprire e innamorarsi di questo sport proprio attraverso uno degli interventi formativi svolti dalla nostra Sezione UILDM in una scuola, la sua.

Presenti alla 5° edizione del “Marco Brusati Challenge” anche il neoeletto Presidente nazionale UILDM Marco Rasconi (tuttora orgoglioso giocatore di ewhc) e quello della FIWH Antonio Spinelli, che ha ricordato come la stagione del wheelchair hockey italiano ormai tradizionalmente inizi e si concluda con due grandi eventi targati UILDM Milano: il Memorial Bruno Frattini e il Marco Brusati Challenge.

Infine, un sentito ringraziamento e un affettuoso arrivederci a Marco Solci, all’ultima partita ufficiale come allenatore del Dream Team, dopo 3 splendide stagioni che hanno riportato a grandi livelli una delle più antiche e gloriose squadre italiane di hockey in carrozzina elettrica. Il grazie a Marco va anche da parte della UILDM Milano, dove negli ultimi vent’anni ha lavorato con identico entusiasmo, assicurando impegno e dedizione davvero totali. (R. R.)

Omar Moroni e Beppe Fumagalli, gli 'imprescindibili'

Omar Moroni e Beppe Fumagalli, gli ‘imprescindibili’

thumb_IMG_2704_1024

Luca Ive, un ‘cucciolo’… ad alta voracita’!

Alto gradimento per la 5° edizione del “Marco Brusati Challenge” ultima modidfica: 2016-06-28T17:31:39+00:00 da Riky