Assistenza scolastica hinterland: 500.000 euro fermi in Provincia

Career Forum Legge 104 lavoro e i disabili

Nelle scuole dei paesi dell’hinterland di Milano mancano i fondi per l’ assistenza scolastica e le famiglie degli alunni disabili sono state lasciate sole. Eppure in Provincia risultano fermi e inutilizzati 500.000 euro avanzati dal bilancio dell’anno scorso. Almeno, questo è quanto denuncia la Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità, Ndr), che riporta la situazione delle scuole superiori della Provincia di Milano dove, a oltre due mesi dall’inizio delle lezioni, l’assistenza in classe agli studenti portatori di handicap non è mai partita.

Così, alcune famiglie pagano l’assistenza di tasca propria, mentre altre sono costrette a tenere casa i loro figli. “Eppure i soldi ci sono, però Palazzo Isimbardi non li usa” sostiene Giovanni Merlo di Ledha, che spiega: “Quei soldi sarebbero sufficienti per garantire il servizio a tutti i ragazzi, almeno fino alla fine di quest’anno, quando le provincie attuali andranno a morire. Ma quei fondi, destinati nello specifico ai disabili, sono rimasti nel cassetto e vogliamo capire perché”.

Per pagare gli educatori, lo scorso anno la Provincia di Milano, a corto di fondi, ha ricevuto dalla Regione Lombardia quasi 2 milioni e 300 mila euro, un budget che non è stato completamente utilizzato per l’anno scolastico 3013-14: sono avanzati circa 500 mila euro.

L’esistenza di questo “tesoretto” viene del resto confermata da Palazzo Isimbardi, che per bocca di Massimo Pagani, Assessore provinciale alle politiche sociali, ammette che “Stiamo aspettando dalla Regione nuovi fondi ma quell’avanzo risparmiato dal precedente ano scolastico c’è, è vero” ma l’assessore al tempo stesso specifica anche “In questo momento stiamo cercando di raggiungere un equilibrio di bilancio: stiamo facendo un ragionamento proprio in questi giorni su come utilizzare quei fondi”. Mentre la Provincia ragiona, però, l’anno scolastico avanza.

E se a Milano il Comune ha deciso di farsi carico del servizio di assistenza agli studenti portatori di handicap e il problema quindi non si pone, “in provincia non è così e ci sono diverse amministrazioni che non hanno le risorse per farlo” denuncia ancora Merlo e ricorda che, secondo le stime di Ledha, sono circa 400 i ragazzi che nella Provincia di Milano stanno facendo fatica ad andare a scuola.

Conclude il direttore di Ledha: “Il risultato è che riceviamo segnalazioni da parte di studenti che vanno a scuola per meno ore, oppure di famiglie che si stanno facendo carico delle spese pur di avere l’educatore in classe. Una situazione gravissima”.  (R.R.)

(Fonte: La Repubblica)

Assistenza scolastica hinterland: 500.000 euro fermi in Provincia ultima modidfica: 2014-11-13T15:59:17+00:00 da Riky