Auto con adattamenti: IVA al 4% e detrazione anche su riparazioni

IMG_1318_1024

Riprendiamo qui un chiarimento ricevuto dal Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi di LEDHA alcune settimane or sono e di particolare interesse in assoluto, ma anche e soprattutto in questo periodo riservato alla compilazione della Dichiarazione dei redditi.

L’interpretazione riportata da Ledha riguarda la possibilità di applicare l’IVA agevolata al 4% (normalmente applicata all’acquisto di auto adattate al trasporto di disabili da parte di intestatario del mezzo con invalidità al 100%), anche alle riparazioni e ai pezzi di ricambio per gli adattamenti sul mezzo medesimo. Gli interventi di manutenzione straordinaria e le spese per riparazioni possono anche essere messe in detrazione, ma solo se sono state sostenute entro 4 anni dall’acquisto del mezzo.

 Ecco per esteso la valutazione data da Ledha:

« Effettivamente come riportato sulla Guida alle agevolazioni fiscali dell'Agenzia delle Entrate (aggiornata al 2016) l'IVA agevolata può essere applicata anche alla riparazione degli adattamenti realizzati sulle autovetture delle persone con disabilità e alle cessioni dei ricambi relativi agli stessi adattamenti (circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 17/E del 24 aprile 2015). Sono detraibili solo gli interventi di manutenzione straordinaria cioè quelli che esulano dalla normale usura del veicolo. Le spese per riparazioni possono essere detratte solo se sono state sostenute entro 4 anni dall’acquisto del mezzo.

Dalla circolare citata:

4.8 Spese di riparazione degli adattamenti delle autovetture dei disabili

D. Si chiede di sapere quale sia l’aliquota IVA applicabile alle riparazioni degli adattamenti realizzati sulle autovetture delle persone disabili e ai pezzi di ricambio necessari per dette riparazioni. Inoltre, si chiede di sapere se per le predette spese di riparazione sia possibile fruire della detrazione IRPEF di cui all’art. 15, comma 1, lett. c), del TUIR.

R. I numeri 31) e 33) della Tabella A, parte II, allegata al DPR n. 633 del 1972, prevedono l’applicazione dell’aliquota IVA del 4% alle “… prestazioni rese dalle officine per adattare i veicoli, anche non nuovi di fabbrica, compresi i relativi accessori e strumenti necessari per l’adattamento, effettuate nei confronti dei soggetti ….” con ridotte o impedite capacità motorie permanenti, nonché per “parti, pezzi staccati ed accessori esclusivamente destinati ai beni indicati ai precedenti nn. 30), 31) e 32).”.

Da un punto di vista letterale, il n. 31) fa riferimento esclusivamente alle prestazioni rese dalle officine per adattare i veicoli, compresi i relativi accessori e strumenti necessari per l’adattamento e il n. 33) fa riferimento alle parti, ai pezzi staccati ed accessori esclusivamente destinati ai beni indicati, tra l'altro, al n. 31). Come già in parte chiarito con circolare n. 46/E dell’11 maggio 2001, è possibile rinvenire alla base della normativa l’intenzione del legislatore di riservare un  trattamento agevolato ai pezzi, ai ricambi, agli accessori propri delle particolari apparecchiature che sopperiscono al problema del disabile. In ragione di tale “ratio”, si ritiene che anche alla riparazione degli adattamenti realizzati sulle autovetture delle persone disabili e alle cessioni dei ricambi relativi agli adattamenti possa essere applicata l’aliquota agevolata del 4 per cento.

Per quanto concerne la detrazione ai fini IRPEF, l’Agenzia ha avuto modo di chiarire più volte che tra le spese che danno diritto alla detrazione sono comprese, oltre alle spese di acquisto dell’autovettura, anche le spese per le riparazioni che non rientrano nella ordinaria manutenzione (sono esclusi, quindi, dalla detrazione i costi di esercizio, quali, ad esempio, il carburante, i pneumatici, ecc…), purché sostenute entro i quattro anni dall’acquisto del veicolo stesso. Dette spese concorrono, insieme al costo di acquisto del veicolo, al raggiungimento del limite massimo di spesa consentito di 18.075,99 euro e non possono essere rateizzate (cfr. risoluzione n. 306/E del 2002 e circolare n. 15/E del 2005, par. 6.1) ». (R.R.)

(Fonte: Ledha – Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi)

Auto con adattamenti: IVA al 4% e detrazione anche su riparazioni ultima modidfica: 2016-05-17T18:39:58+00:00 da Riky