Convenzione Onu: sono 25 i paesi europei che l’hanno già ratificata

verifiche straordinarie sugli invalidi Convenzione Onu

La Convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità, approvata nel 2006 dalle Nazioni Unite, è stata firmata da tutti i paesi dell’Unione Europea e ratificata per ora da 25 membri su 28.

Il Vecchio Continente, lentamente ma senza ripensamenti, prosegue nell’opera di sostegno ai diritti delle persone disabili, come dimostrato ufficialmente dalla Commissione europea che ha pubblicato il suo primo rapporto annuale inerente alla Convenzione. I dati a disposizione indicano come il numero delle persone con disabilità sia arrivato alla cifra record di 80 milioni.

Le novità maggiori indicate nel rapporto evidenziano che sono stati compiuti passi avanti nella legislazione sociale e socio-sanitaria dei paesi UE, mediante azioni politiche mirate e strumenti di finanziamento pubblico. A dire la verità, però, per quanto riguarda l’Italia, dove la legislazione in materia era già di livello avanzato, abbiamo invece notato peggioramenti dovuti ai moltissimi tagli, come denunciato molto bene dal portale HandyLex coordinato da Carlo Giacobini.

Il piano operativo 2014-2020 fissa i pilastri su cui basare i nuovi investimenti diretti a favore della promozione dell’uguaglianza e della non discriminazione, dell’inclusione sociale delle persone disabili e dell’accessibilità. Le nuove direttive sugli appalti pubblici (già adottate nel 2014) inoltre rendono obbligatoria l’accessibilità alle gare da parte delle persone con disabilità.

La Convenzione è all’avanguardia anche per quanto riguarda i diritti umani a livello internazionale, in particolare per quanto riguarda il settore giustizia nei confronti delle persone disabili, identificata come materia legale piuttosto che come un semplice aspetto del welfare. (R.L.C. – R.R.)

Convenzione Onu: sono 25 i paesi europei che l’hanno già ratificata ultima modidfica: 2014-07-08T17:37:15+00:00 da Riky