Disabilità e lavoro: all’Ospedale Niguarda un innovativo progetto

Disabilità e lavoro Terzo Settore

In un periodo di forte crisi del mondo del lavoro, la notizia che la Provincia di Milano e l’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda hanno deciso di siglare un accordo per un progetto volto a rilanciare l’occupazione delle persone diversamente abili, rappresenta qualcosa di assolutamente positivo.

Purtroppo in Italia l’integrazione dei disabili nel mercato del lavoro presenta un bilancio pessimo! Questo progetto, in controtendenza rispetto alla realtà nazionale e oggetto di apposito protocollo, prevede circa 50 assunzioni e, in futuro, potrà essere esteso anche ad altre realtà ospedaliere del territorio metropolitano milanese.

Per la sperimentazione sono state investite risorse per un totale di 155mila euro, consentendo di rispettare attraverso forme di lavoro innovative e flessibili gli obblighi di legge per l’assunzione di persone con disabilità. Il numero di iscritti alle liste di collocamento obbligatorio della Provincia di Milano si aggira attorno ai 4.000, cifra che sottolinea la forte domanda di occupazione anche per quanto riguarda i diversamente abili, sempre più soggetti attivi che vogliono, attraverso il proprio impegno professionale, compartecipare allo sviluppo della società.

Il protocollo d’intesa Provincia di Milano-Azienda Ospedaliera Niguarda è una novità assoluta; infatti, costituisce il primo accordo siglato nel settore pubblico che preveda di formalizzare un percorso sperimentale di inserimento lavorativo delle persone con disabilità, procedimento simile a quello adoperato per il settore delle imprese private (convenzioni ex articolo 14 D.lgs. 276/2003).

Come UILDM siamo consapevoli che l’indipendenza economica per una persona con disabilità può rappresentare una conquista umana e sociale che vale doppiamente, sia perché permette al soggetto interessato di non gravare pesantemente sulla situazione della propria famiglia, sia perché consente di avviare un circolo virtuoso per il bilancio dell’amministrazione statale, con ricadute economiche positive per tutta la cittadinanza.

Ci auguriamo che progetti di questo tipo si moltiplichino per fornire la necessaria benzina al motore dello sviluppo occupazionale rivolto ai disabili, riconosciuti sempre di più come una risorsa per le aziende e non più come un “peso” per la società. La UILDM ne è pienamente convinta e per gli inserimenti lavorativi delle persone con disabilità saremo in prima linea, per una battaglia di civiltà.

Renato La Cara

Disabilità e lavoro: all’Ospedale Niguarda un innovativo progetto ultima modidfica: 2014-03-25T18:38:10+00:00 da Riky