Inclusione scolastica: Canevaro professore emerito dell’Alma Mater

Andrea Canevaro

Forse ai più il nome di Andrea Canevaro potrà anche non dire un granchè. Eppure, si tratta di uno dei massimi esponenti della pedagogia speciale in Italia, da sempre impegnato nelle pratiche legate all’inclusione scolastica. Pedagogista, docente all’Università di Bologna e studioso di prestigio internazionale, Canevaro si è speso da sempre per insegnare il concetto di “integrazione” applicato all’insegnamento.

Ora, la sua Università, l’Alma Mater di Bologna (l’Università più antica del mondo) ha deciso di assegnargli un importante riconoscimento: il titolo di professore emerito. Infatti Canevaro, tra i maggiori esponenti della pedagogia a livello mondiale e con una vita accademica legata a doppio filo all’ateneo bolognese, martedì 28 ottobre riceverà il prestigioso diploma dal Magnifico Rettore Ivano Dionigi insieme ad altri 32 colleghi.

Come detto Andrea Canevaro è uno dei principali studiosi italiani da sempre impegnati sul fronte dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità, fautore di un insegnamento “con” loro e mai “per” loro. <La diversità è necessaria. Non è sensato che io consideri significativo unicamente ciò che è tale per me. È bene che io apprenda anche ciò che è significativo per gli altri: con la tecnologia moderna l’uomo ha un eccesso di potere. Non può più pensare in termini narcisistici, ha bisogno delle diversità, di rapportarsi a una realtà plurale>, ha raccontato alcuni anni fa.

Recentemente, in un’intervista apparsa sul portale Supernado.it, ha identificato 5 parole a lui care: “incontri”, “percorsi”, “accompagnare”, “progettare” e “ricordare”, la summa del suo lavoro. Grazie a un impegno quotidiano, ha contribuito allo sviluppo del pensiero sui temi della disabilità, delle differenze e dei sistemi educativi a livello nazionale ed europeo. Ha collaborato con i servizi scolastici ed educativi nella sperimentazione dei primi percorsi di inserimento scolastico dei bambini con disabilità nelle scuole d’infanzia, con un’attenzione particolare al ruolo di insegnanti e dirigenti.

Ha accompagnato il mondo dell’associazionismo e della cooperazione sociale nella progettazione e nella costruzione di realtà di accoglienza e di inclusione sociale, educativa e occupazionale, perché tutti i bambini potessero trovare un proprio percorso, valorizzando le peculiarità e potenzialità di ognuno.

Classe 1939, Canevaro è laureato in Lettere e Filosofia. A 34 anni gli è stato affidato l’insegnamento di Pedagogia Speciale presso la Facoltà di Magistero, divenuta successivamente Facoltà di Scienza della formazione, nell’Università di Bologna. Dal 2002 è stato nominato delegato del Rettore dell’Ateneo per gli studenti disabili. Ha al suo attivo diverse missioni di cooperazione internazionale nelle regioni balcaniche, nella regione africana dei Grandi Laghi, in Bielorussia e in Cambogia e coordina il gruppo tecnico-scientifico del progetto di tutela e reinserimento di minori con disabilità fisiche e psichiche e promozione di imprenditorialità sociale in Bosnia-Erzegovina.

Dal 2006 è componente della Commissione tecnico-scientifica dell’Osservatorio per l’integrazione dei disabili del Miur. Tiene corsi di Pedagogia speciale per la Facoltà di Scienze della formazione nelle sedi dell’Ateneo di Bologna e di Rimini.

Vaste la pubblicistica e la bibliografia legate al nome di Andrea Canevaro, dal primo titolo del 1974 (L’illusione pedagogica, A. Armando, Roma), passando per un testo del 1999 (La relazione di aiuto, Carrocci, Roma), fino al titolo più recente, del 2013 (Scuola inclusiva e mondo più giusto, Centro Studi Erickson, Bologna). (R.R.)

 (Fonti: Redattore Sociale; Superando.it)

Inclusione scolastica: Canevaro professore emerito dell’Alma Mater ultima modidfica: 2014-10-24T12:23:01+00:00 da Riky