Milano: è attivo il primo taxi accessibile ed ecologico

taxi accessibile

La settimana scorsa a Milano è stato presentato il primo di venti nuovi taxi accessibili ed ecologici. Si tratta di una svolta positiva, anche nella prospettiva di EXPO 2015,  che riguarda direttamente tutte le persone con disabilità fisica che vogliono spostarsi in taxi da una parte all’altra della città in maniera veloce, comoda e anche a sera inoltrata.

Grazie all’investimento dell’amministrazione comunale milanese (10 mila euro di contributo per ciascun taxi reso accessibile, ndr) e all’impegno diretto delle associazioni delle persone diversamente abili presenti nel capoluogo lombardo, è stato presentato ed è ora attivo il primo nuovo taxi completamente accessibile e ibrido, anche a Gpl, a bassissimo tasso d’inquinamento. Una novità assoluta.

Questa bella notizia la sentiamo particolarmente “nostra”, visto che la mobilità accessibile è una delle battaglie quotidiane che affrontiamo, come UILDM Milano, per migliorare la qualità di vita delle tante persone con disabilità fisica residenti nella nostra città, in particolare quelle con malattie neuromuscolari. Il lavoro svolto con determinazione su questo tema da Marco Rasconi (vice presidente della nostra sezione UILDM), in stretto rapporto con gli assessori di competenza e i tecnici comunali, sta portando risultati concreti e rilanciando con successo diritti ed esigenze fondamentali delle persone disabili.

“Una buona notizia per Milano” ha commentato il presidente nazionale LEDHA Franco Bomprezzi nel suo blog Invisibili sul Corriere.it “dopo che nel settembre scorso avevo segnalato la distanza quasi surreale con Roma. Un segnale quasi simbolico, una piccola cosa che ha bisogno di crescere, di consolidarsi, di diventare un servizio abituale che si aggiunge a una mobilità migliore attraverso i mezzi pubblici”.

Bomprezzi, la scorsa settimana è stato anche nominato dal Comune di Milano consulente di supporto per l’accessibilità di EXPO 2015 e parteciperà a diversi gruppi di lavoro.

“Sono convinto – continua lo stesso Bomprezzi – che la strada del cambiamento passa attraverso tanti piccoli gesti concreti, realizzazioni che creano entusiasmo e muovono energie positive”. Poi termina il suo intervento segnalando che questo risultato conseguito è “come una partita di calcio, quando si segna un gol, la squadra gioca meglio e spesso raddoppia. Intanto da oggi so che almeno un taxi accessibile ed ecologico c’è. E che sia una donna a condurlo, forse non è un caso”.

Infatti è proprio una donna, Rosa Di Benedetto (RadioTaxi 02 69 69), ad essere stata il primo tassista ad avere aderito al bando del Comune di Milano e ad aver subito reso accessibile la propria automobile. Complimenti!

Da parte nostra, un ringraziamento e apprezzamento di cuore va a lei e ai restanti 19 tassisti che hanno già deciso o che decideranno nelle prossime settimane di far diventare il proprio mezzo adatto, in modo confortevole e sicuro, al trasposto di persone con disabilità fisica. Una scelta che permette di accrescere la mobilità “allargata” a Milano e promuove la nostra città sugli standard delle principali città europee. Continuiamo cosi, siamo sulla giusta strada.

Renato La Cara

Milano: è attivo il primo taxi accessibile ed ecologico ultima modidfica: 2014-06-24T20:15:07+00:00 da Riky